Esordio in A1 per il Park Tennis Club Genova con schierati i super top: Fognini, Seppi, Andujar e Klizan | Real Tennis
Real Tennis

Esordio in A1 per il Park Tennis Club Genova con schierati i super top: Fognini, Seppi, Andujar e Klizan

seppi _ fognini_GE_2014

Parte domenica sui campi di via Zara la sfida tra Park Tennis Club Genova e Circolo Tennis Maglie con alcuni top, pronti a scendere in campo

Genova – Pensa in grande il Park Tennis Club Genova che, questa domenica, affronterà il Circolo Tennis Maglie per l’esordio in serie A1.
Oltre ai già annunciati atleti (Alessandro Giannessi, Gianluca Mager, Tommaso Sanna e Gianluca Naso), il club genovese avrà a disposizione alcune teste di serie come Fabio Fognini, numero 18 ATP, il ventottenne spagnolo Pablo Andujar (numero 45 ATP), il ventiquattrenne slovacco Martin Klizan (numero 56 ATP) e, new entry, anche Andreas Seppi, numero 48 del ranking.
Punta, dunque, in alto il Park Tennis Club Genova che, dopo aver raggiunto i quarti di finale per due stagioni consecutive, si è posto, quest’anno, l’obiettivo di vincere il girone per cercare di raggiungere la finale del campionato.
Finale che, tra le altre cose, andrà in scena proprio a Genova al 105 Stadium, da venerdì 6 a domenica 8 dicembre.
Per l’incontro di questa domenica il direttore sportivo del Circolo Tennis Maglie, Antonio Baglivo, ha confermato, invece, la formazione impiegata nel 2013 contro il Club genovese, con Grimolizzi, Crepaldi, Portaluri, Garzelli, Piccari e Baglivo.
Match che, come consueto, prevede tanto l’andata quanto il ritorno fissato, in questo caso, per il 26 di ottobre a Maglie.

Non è ancora dato per certo, ma con tutta probabilità Andreas Seppi, rientrante da Pechino, potrebbe essere in campo già questa domenica tra le fila del Club gialloblù presieduto da Mauro Iguera che si è detto felice di ospitare il club pugliese per ricambiare l’ospitalità ricevuta la passata stagione. Tra le altre cose il massimo dirigente del Park Tennis Genova ha dichiarato: “La formula andata e ritorno consente anche di aprire le porte dei propri circoli agli altri sodalizi italiani favorendo le relazioni tra atleti e soci delle rispettive realtà. Peraltro chi gioca il campionato di serie A1 fa parte di quella ristretta “elite” che ha contribuito a vario titolo a scrivere la storia del tennis in Italia“.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.