Rio Open: Nadal riparte da Rio de Janeiro a ritmo di samba

Rafa_Nadal_Rio_2015

Dopo gli Australian Open, Rafael Nadal vola a Rio de Janeiro dove si è preparato all’incontro odierno a ritmo di samba

Rio de Janeiro – Inizia quest’oggi per Rafael Nadal il torneo Claro Open Atp 500 di Rio de Janeiro dove lo spagnolo ha già testato l’atmosfera di festa ed allegria.

La scorsa domenica Nadal ha partecipato, infatti, ai tradizionali festeggiamenti del Carnevale presso il Sambodromo di Rio dove, insieme a David Ferrer e l’idolo di casa, nonché ex n° 1 nel ranking ATP, Gustavo Kuerten, si è cimentato in balli e canti al ritmo del classico “Samba Enredo – Veias do Brasil”, portato in scena dalle scuole dello Special Group e dagli Unidos da Viradouro.

E’ stata la prima volta che ho avuto l’opportunità di partecipare al Carnevale di Rio ed è stata davvero un’esperienza indimenticabile” ha detto Nadal. “C’era un’incredibile energia positiva che proveniva da tutti. Tutti cantavano e ballavano. E’ stato fantastico“.

Gli fa eco l’altro spagnolo che sarà in campo quest’oggi, David Ferrer:E’ stato meraviglioso. Anche per me era la prima volta al Carnevale di Rio, ma anche la prima volta ad un carnevale brasiliano e l’atmosfera era davvero divertente. Malgrado la pioggia, le persone cantavano e ballavano come se niente fosse, ridendo e scherzando”.

Anche Kuerten ha apprezzato molto lo spettacolo e si è divertito nell’accompagnare i due spagnoli che, a suo avviso: “si sono ben immedesimati nello spirito carioca. E’ stato un momento indimenticabile“, ha concluso l’asso brasiliano.

E, mentre Nadal promette di allenarsi nei passi di Samba per il prossimo anno (“Penso di aver ballato più oggi che in tutta la mia vita” ha detto lo spagnolo), oggi sposta, invece, la concentrazione sulla sua prima partita al Rio Open dove affronterà il brasiliano Thomaz Bellucci, il favorito fra i giocatori di casa presenti al Claro Open Atp 500.

Fra le teste di serie presenti al Rio Open la numero 1 spetta a Rafa Nadal, vincitore della passata edizione, mentre al numero 2 troviamo David Ferrer, seguito da un altro spagnolo, Tommy Robredo e, in quarta posizione. il nostro Fabio Fognini.

Vedremo, dunque, se Nadal riuscirà a difendere il titolo e a ritrovare lo stato di forma dopo gli infortuni, ma soprattutto,  dopo l’intervento di appendicite dello scorso novembre. Dita incrociate, ovviamente, per Fabio Fognini augurandoci che possa in singolo, “doppiare” il risultato dell’Australian Open vinto in coppia con Simone Bolelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.