Lorenzi, Fognini: che spettacolo!

Lorenzi, Fognini: che spettacolo! I due tennisti italiani si aggiudicano, rispettivamente, il trofeo di Kitzbuhel e Umag

Lorenzi, Fognini: che spettacolo!

L’Italia del tennis festeggia i suoi campioni che, in meno di 24 ore, conquistano due titoli ATP in un torneo 250.

Paolo Lorenzi, all’alba dei 34 anni, si aggiudica il suo primo trofeo ATP vincendo a Kitzbühel con il punteggio di 6/3 6/3 contro Nikoloz Basilashvili e, il giorno seguente, Fabio Fognini conquista senza troppa fatica Umag dove batte per 6/4 6/1 Andrej Martin .

Due vittorie diverse, ma due vittorie che ci volevano ai nostri ragazzi soprattutto dopo le fatiche della Davis e quel pizzico di delusione ancora nell’aria.

E’, ovviamente, incontenibile la gioia di Paolo Lorenzi che, dopo tanti anni di lavoro e sacrificio, festeggia il suo primo titolo in ATP e raggiunge la posizione più alta nella classifica mondiale, fino ad oggi mai conquistata dal giocatore romano di nascita, ma senese d’adozione. Paolo da domani sarà, infatti, numero 41 al mondo.

Dopo la maratona della semifinale, Lorenzi è stato bravo a mantenere la concertazione in una partita dominata, soprattutto nel primo set, dai tanti errori di Basilashvili e dal ritmo piuttosto elevato.

Secondo set con il georgiano ancora più aggressivo e Paolo un pò più falloso sulla prima di servizio. Ma Lorenzi è veramente su tutte le palle, malgrado il georgiano cerchi di alzare ulteriormente il ritmo.

Alla fine nulla scalfisce la concentrazione del nostro giocatore che arriva, meritatamente, a festeggiare questo suo primo titolo.

E dopo i complimenti via Twitter da parte della Federazione e dei compagni di Davis Bolelli e Fognini, tocca proprio al ligure scendere in campo per tentare di bissare il successo dell’amico Paolo Lorenzi.

E Fabio Fognini non delude le aspettative.

A Umag il giocatore taggiasco scende in campo in grande forma dettando, fin da subito, le regole del gioco.

Dall’altra parte del campo un ottimo Andrej Martin, ma non abbastanza per il Fognini di quest’oggi.

Lo slovacco salva due break point nel corso del primo set, ma poi cede il servizio e lascia a Fognini il set dopo soli 38 minuti di gioco.

Nel secondo set c’è solo Fabio che, senza sbagliare una virgola, si invola verso un successo più che meritato.

6/4 6/1 il finale di Fognini su Martin e quarto titolo ATP per il nostro giocatore.

Toccante il cuore disegnato sulla terra di Umag con la data del suo matrimonio con Flavia Pennetta alla quale Fabio dedica questa vittoria non senza un pò di imbarazzo nel momento in cui dice: ” a mia moglie”.

Lorenzi, Fognini: che spettacolo! E adesso, a tutta olimpiade.