Quito: Lorenzi si arrende ad Estrella

Quito: Lorenzi si arrende ad Estrella che vince la finale del torneo ecuadoriano. Niente secondo titolo ATP per il giocatore italiano che ripassa Fognini in classifica

Quito: Lorenzi si arrende ad Estrella e manca, così, la seconda vittoria in un torneo ATP su tre finali fino ad ora giocate.

Incontro d’esperienza quello giocato a Quito per aggiudicarsi la finale dell’ Ecuador Open, torneo ATP 250 dotato di un montepremi di 482.060 dollari e giocato sulla terra rossa; i due finalisti, Paolo Lorenzi e Victor Estrella Burgos, hanno, infatti, 35  e 36 anni a testimonianza che il fattore età, ultimamente, non conta poi così tanto.

Il match fra l’azzurro e il domenicano non si è giocato su un sostanziale equilibrio che ha visto, nel primo set, il nostro Paolo Lorenzi vittorioso al tie break per 7 punti a 2, grazie anche a numerosi ace messi a segno.

Nel secondo parziale Lorenzi brekka subito l’avversario facendo presagire una risoluzione a suo favore dell’incontro, ma dopo pochi games il calo fisico dell’italiano è evidente così come il fatto che Estrella intende approfittarne.

Il contro break arriva all’ottavo gioco e, al 12°, un doppio fallo di Lorenzi regala a Estrella la palla del 7/5 e il rinvio dell’incontro al terzo e decisivo set.

La lotta, a questo punto, è evidente da ambo i lati del campo con Lorenzi che ritrova le forze e riesce a portare l’incontro ad un ulteriore tie break.

Paolo si fa forte di un servizio che ha funzionato bene per tutta la durata della partita (17 gli ace messi a segno) e con un ulteriore ace si avvicina alla risoluzione dell’incontro. Match point che, però, Estrella annulla e che, una volta al servizio, trasforma in vantaggio per lui.

Uno scambio infinito tra i due giocatori e il rovescio di Lorenzi in rete, vale l’ 8-6 per il domenicano che, 3 volte su 3, si riaggiudica nuovamente il titolo.

Quito: Lorenzi si arrende ad Estrella dopo 2 ore e mezza di finale e risultato finale di 6/7 7/5 7/6 . La finale raggiunta a Quito vale nuovamente il sorpasso nel ranking mondiale su Fabio Fognini.