Carlos Alcaraz dei record: suo il Miami Open 2022

A neanche 19 anni Carlos Alcaraz è il primo spagnolo a vincere il Miami Open e il più giovane della storia a farlo; liquida Ruud per 7-5 6-4

Carlos Alcaraz dei record: suo il Miami Open 2022 vinto in un tripudio di pubblico all’Hard Rock Stadium.

Carlitos, come già lo chiamano Oltreoceano, è partito un pò in sordina andando addirittura sotto per 3 giochi a 0 nel primo set che sono diventati 4-2 fino al break dello spagnolo.

Da lì è cambiato tutto: Carlos ha pareggiato i conti 4 pari, ma a ritrovare il vantaggio è stato Ruud che si è, poi, ritrovato 5 pari con un ace provvidenziale del suo avversario capace anche del break a seguire e vantaggio di 6 giochi a 5.

Sul 40 pari Alcaraz serve in esterno e chiude il primo set per 7 giochi a 5.

Secondo set in salita per l’iberico che mette a segno tutti i primi tre giochi fino al break del 1-3 per Ruud che poi accorcia a 2-3 e chiede l’intervento del fisioterapista.

Ma lo spagnolo, indomito, va avanti con ottime prime di servizio fino al 5-4 servizio e 40 – 0 che chiude con un 1 2 e applauso finale.

Alcaraz diventa, così, non solo il primo spagnolo ad imporsi a Miami, ma anche il giocatore più giovane della storia a farlo. Al momento il record era detenuto da Novak Djokovic che lo vinse nel 2007 quando aveva 19 anni compiuti.

Partita che si chiude in un’ora e 50 minuti di gioco con punteggio finale di 7-5 6- 4 e, da domani, Carlos Alcaraz sarà il numero 11 al mondo superando, così, il nostro Jannik Sinner.