Straordinario Berrettini! Sua la finale di Stoccarda

Ottimo rientro per Matteo Berrettini che, dopo uno stop di tre mesi per intervento alla mano, torna e vince il 250 tedesco battendo Murray in finale.

Straordinario Berrettini! Sua la finale di Stoccarda che gli consegna, così, il sesto titolo ATP in carriera, nonchè 3° vinto sull’erba.

Straordinario perché, comunque, dall’altra parte della rete c’era quell’Andy Murray che, più determinato che mai, ha lottato mostrando a tratti un davvero ottimo tennis.

Matteo, d’altro canto, è stato più che perfetto al servizio con ben 19 ace e una percentuale di punti sulla prima, pari all’81%.

La strategia messa in campo dal tennista romano è stata quella di spostare l’avversario alternando dritti potenti a rovesci in back, piuttosto che accelerazioni smorzate da chiamate a rete con svariate palle corte.

Sotto 6-4 nel primo set, lo scozzese ha lottato con caparbietà nel secondo per cercare di allungare il match, ma alla fine ha pagato lo scotto in termini di durata e, dunque, di tenuta fisica. 

Sono state ben due le pause per medical time out richieste da un Andy Murray, come dicevamo, non più in perfetta forma nell’ultimo frangente di gioco e costretto ad arrendersi al secondo match point del nono gioco.

Dopo tre mesi di stop il rientro di Matteo Berrettini è stato più che dolce grazie a questa vittoria maturata in 2h40 minuti di gioco con il punteggio finale di 6-4, 5-7, 6-3.

Più che soddisfatto il giocatore italiano che ha fatto i complimenti al suo avversario non senza rimarcare lo stupore per una conquista inaspettata pur non giocando ai suoi massimi livelli.