Musetti Superstar a Monte Carlo: batte Djokovic e vola ai quarti

Grande risultato per Lorenzo Musetti che voleva la rivincita contro il n° 1 al mondo e l’ha ottenuta in rimonta. Ora derby con Sinner ai quarti.

Musetti Superstar a Monte Carlo: batte Djokovic e vola ai quarti dove incontrerà Jannik Sinner nel primo derby azzurro in un quarto di finale in un Masters 1000 dal 1990, periodo in cui sono stati introdotti questi tornei. 

Una vittoria voluta e sofferta per un match lungo, difficile per entrambi (il freddo della sera, il vento e l’interruzione per pioggia), ma non particolarmente bello se non nella parte finale con esito che commuove da una parte e mortifica dall’altra. (Djokovic sarà telegrafico in conferenza stampa).

Tutto questo si è visto nelle 2 ore e 54 minuti di durata dell’incontro che, come detto, è stato anche interrotto dalla pioggia sul momento più bello: quello in cui Lorenzo Musetti stava recuperando terreno su un Djokovic avanti di 1 set.

D’altro canto lo stesso carrarino aveva confermato che in quel 2021 in cui incontrò Djokovic al Roland Garros quando capì che avrebbe potuto vincere, si spaventò al punto da  lasciare tutto nelle mani del serbo, abituato a vincere senza troppi problemi.

E il Djokovic di oggi, seppur non perfetto, ha provato a mettere in campo quella fame e quella voglia di vincere con le quali lo abbiamo sempre dipinto, ma Lorenzo è stato solido, ci ha creduto ed è riuscito a mantenere il match in sostanziale equilibrio.

Equilibrio spezzato dalla pioggia sull’1-1 del terzo set, pausa di mezzora e poi rientro in campo con pareggio prorogato fino al 3-3.

Qui è Lorenzo a dare il colpo di reni con un break e successivo vantaggio di 5-4 più servizio e ben 3 match point a disposizione.

Qualcosa, in quel momento, deve avergli ricordato quel Roland Garros 2021, o qualcosa deve aver svegliato il solito Djokovic pronto a non mollare per riagganciare l’avversario e, in qualche modo, rimetterlo al suo posto.

Si va ai vantaggi, arriva il break point per il serbo, ma Lorenzo è ancora lì, a lottare per quel quarto match point che, alla fine, lo eleva ai livelli più alti!

Bravo Lorenzo Musetti che con quel: “Supercoach” scritto sulla telecamera mette i punti sulle i, come dirà in conferenza stampa, per ricordare a tutti che lui il suo team lo ha e non serve cambiarlo.

E allora tra lacrime e gioia Musetti esce da Super Star sul centrale di Monte Carlo e si prepara alla sfida con l’amico Jannik Sinner per un posto in semifinale che, di sicuro, farà sognare l’Italia del tennis, ma non solo.

Bravo. 

Info autore dell'articolo