A Madrid dominio di Alcaraz su Zverev, out anche Medvedev e Fritz

Il campione in carica domina il tedesco che ammette: è troppo forte! Fuori anche Medvedev per mano di Karatsev e Fritz battuto da Zhang.

A Madrid dominio di Alcaraz su Zverev, out anche Medvedev e Fritz fra conferme e sorprese.

Si delinea così il tabellone del Masters 1000 spagnolo che conferma l’ottima forma del detentore del titolo, quel Carlos Alcaraz, implacabile contro Sascha Zverev, ancora lontano dai fasti dello scorso anno quando, proprio qui, raggiunse la finale.

Finale, peraltro conclusa con lo stesso punteggio di oggi, che servì a consacrare il giovane Carlitos fra i top del tennis mondiale e che, da lì a poco, vide Zverev condannato a mesi di stop per la rovinosa caduta in quel di Parigi.

6-1 6-2 in poco più di un’ora il punteggio con il quale lo spagnolo ha staccato il pass per il quarti di finale “costringendo” Zverev ad ammettere che, per la sua condizione attuale, Carlos è “di un altro livello”.

E lo spagnolo incontrerà, ora, Karen Khachanov, vincitore contro Andrej Rublev in 2 set  per 7-6 6-4 in uno dei due derby russi andati in scena quest’oggi.

Ottavi di finale: gli altri risultati a Madrid

L’altro scontro di casa Russia è stato quello tra, il non molto apprezzato dal pubblico, Daniil Medvedev e Aslan Karatsev, n° 121 nel ranking mondiale ma decisamente pronto a risalire.

Passaggio che avverrà a breve visto il risultato odierno che lo ha visto imporsi per 7-6 6-4 sull’ex n° 1 al mondo, suo connazionale.

Per Karatsev, ai quarti di finale, ci sarà un’altra sorpresa di giornata: Zhizhen Zhang che è riuscito ad imporsi sul n° 10 del ranking Taylor Fritz.

Un match che era partito in salita per l’americano, vincente per 6/3 nel primo parziale e poi stoppato da un doppio 7/6 dall’unico, al momento, giocatore cinese della storia ad accedere ai quarti di finale di un Masters 1000.

Fra le altre sorprese di giornata: le vittorie di Borna Coric su Davidovich Fokina, giustiziere di Rune, e di Daniel Altmaier su Munar.

Vince anche Stefanos Tsitsipas con un veloce 6-3 6-1 su Zapata Miralles.

Info autore dell'articolo