Becker si dimette: non sarò più il coach di Rune

Con queste parole l’ex numero 1 al mondo comunica via Social la decisione di non proseguire oltre la collaborazione con il danese

Becker si dimette: non sarò più il coach di Rune , annuncia il tedesco che, come fece soltanto 1 mese fa Luthi, ex allenatore di Federer, abbandona lo staff del giocatore danese.

Le malelingue affermano che l’ ingerenza di mamma Aneke Rune avrebbe contribuito alla decisione, per altri il tutto è dovuto al caratterino non proprio semplice del giovane tennista, ma Boris Becker smorza subito i toni e, nel post pubblicato su X, scioglie ogni dubbio.

La collaborazione fra i due, così come ricorda Becker, era iniziata con un obiettivo: raggiungere le ATP Finals 2023. 

Ma, afferma il tedesco:

“Nel proseguire mi sono reso conto che avrei dovuto essere disponibile per Holger molto più di quanto potrei.”

Becker parla, insomma, di “responsabilità professionali e private” che non gli consentirebbero di seguire al meglio il suo (ormai ex) assistito del quale si professa fan n° 1, con tanto di ringraziamenti per il seppur breve viaggio percorso insieme.

Al signorile riscontro del tedesco fa seguito il commento di Holger Rune il quale afferma di aver bisogno, per raggiungere il suoi ambiziosi obiettivi, di “Persone che mi conoscano e che possano essere sempre presenti”  non senza ringraziare i tre coach che si sono avvicendati al suo fianco negli ultimi 12 mesi.

Presto, sempre per voce di Rune, avremo notizie su chi si avvicenderà nel ruolo di coach dopo la dipartita di Lars Christensen, Severin Lüthi e, ora,  Boris Becker. 

Info autore dell'articolo