Spettacolo Musetti a Miami: batte Shelton e ora sfida Alcaraz

Un match straordinario quello di Lorenzo Musetti contro Shelton che lotta, ma non abbastanza da superare il toscano. 6/4 7/6 il risultato finale

Spettacolo Musetti a Miami: batte Shelton e ora sfida Alcaraz non prima di aver dichiarato la sua ammirazione per lo spagnolo che, oltre ad essere un amico, è anche una fonte di ispirazione.

Uno spettacolo quello messo in campo da Lorenzo Musetti e Ben Shelton sul Butch Bucholz di Miami in una serata dalle tonalità del rosa e dall’insolita temperatura fresca.

Grazie a questa vittoria salgono a tre gli italiani impegnati negli ottavi di finale del Masters 1000 americano con Sinner, Arnaldi e Musetti pronti a scendere in campo nella giornata odierna.

Ed è già record perché mai fino ad ora tre portacolori azzurri erano arrivati a tanto sul cemento statunitense dove, di contro, nessun giocatore di casa accederà agli ottavi. 

Musetti – Shelton terzo turno

Sembra che la nuova responsabilità di padre abbia giovato al gioco di Lorenzo Musetti, oggi semplicemente perfetto contro la neo promessa del tennis Ben Shelton.

Il break iniziale è stato provvidenziale per gestire il vantaggio del perentorio 6-4 al quale il carrarino è arrivato senza sbavature e costringendo, invece, all’errore il suo avversario. 

Ritmo che si è alzato nel secondo set con l’americano pronto a piazzare il break nel secondo game al quale ha subito risposto Musetti rifilando il controbreak del pareggio.

Da lì in poi sostanziale equilibrio fra i due con Shelton più propenso all’errore forzato (37 a 15 il computo fra i due) fino ad arrivare al tie break dove la classe e la superiorità di Lorenzo l’hanno fatta da padrone.

6/4 7/6 il punteggio con il quale Musetti ha firmato l’accesso agli ottavi di finale dove ad attenderlo ci sarà un Carlos Alcaraz, vincente per 6-2 6-4 su Monfils con un parterre des rois a fargli da supporto (Neymar, Jimmy Butler e Del Potro)

Quella di stasera è senza dubbio la versione che preferiamo di Lorenzo Musetti il quale con classe, varietà nel gioco e carattere ci fa esclamare senza troppi indugi che: Lorenzo Musetti is back!

Info autore dell'articolo