Devastato Medvedev: Jannik Sinner è in finale a Miami

1 ora e 9 minuti: questo il tempo impiegato da winner per chiudere il match contro Daniil Medvedev al quale lascia solo 3 game. E ora finale contro Zverev o Dimitrov

Devastato Medvedev: Jannik Sinner è in finale a Miami dopo una prova che migliore non poteva essere.

Un Sinner implacabile e lo dicono i numeri: 21 vittorie da inizio anno su 22 partite giocate, 3 finali raggiunte di cui 2 vinte (AO e Rotterdam) e una ancora da giocare, 1 ora e 09 il tempo di gioco contro Daniil Medvedev, numero 4 al mondo,  e 6-1 6-2 il punteggio finale.

Lui, Jannik, dice di allenarsi per diventare un campione, noi e il mondo intero, lo abbiamo già posizionato nel gotha dei migliori; il tempo misurerà la vastità  della sua grandezza.

Rimandata, per il momento, la rivincita di Medvedev post finale in quel di Melbourne e rivendicata, invece, quella persa da Jannik contro il russo che datava ancora 2023.

Forse esageriamo nel dire che oggi non c’è stato match, ma il primo set è praticamente volato con Jannik avanti 5-0, accorciato con l’unico game portato a casa da Medvedev sul suo servizio, ma prontamente chiuso dall’altoatesino per 6-1.

Il secondo parziale parte di nuovo male per il russo che incassa subito il break e anche il game successivo. Prova a reagire nel 4° gioco con una palla che gli frutterebbe il controbreak, ma Jannik, come detto, è implacabile, sale 5-1 per poi chiudere un agevole e veloce 6-2 che profuma di finale.

Per l’ultima partita del torneo si attende lo sfidante che uscirà dal match tra Sasha Zverev o Grigor Dimitrov in campo nella notte italiana.

Info autore dell'articolo