Esordio col botto a Montecarlo per Sinner

L’altoatesino rifila un 6-1 6-2 a Sebastian Korda senza colpo ferire. Prossimo turno contro il tedesco Jan-Lennard Struff

Esordio col botto a Montecarlo per Sinner che in un’ora e un quarto si disfa dello statunitense Sebastian Korda, n.27 ATP, per 6/1 6/2. 

Sorridiamo e ripensiamo alla battuta di Valentino Rossi su Sinner riferita alla finale di Miami contro Dimitrov .

“Non ho fatto in tempo a mettermi comodo”

Avrebbe detto il campione delle due ruote, da sempre appassionato di tennis.

Jannik Sinner – Sebastian Korda – secondo turno Montecarlo Rolex Masters

E lo stesso, ci verrebbe da dire, è successo quest’oggi con uno Jannik Sinner a senso unico pronto al break d’avvio sul servizio dell’avversario.

Servizio confermato per l’altoatesino e 2-0, poi accorciato dallo statunitense a 2-1.

Da lì è partita la modalità “macchina” di Jannik che ha infilato 4 game di fila, chiudendo senza problemi il primo parziale.

Questa volta dobbiamo attendere fino al quarto gioco per vedere il break in favore di Sinner che sale 3-1 e poi conferma per un perentorio 4-1.

Korda è costretto ad attaccare e a prendersi rischi perché l’italiano non molla la presa; si accorciano le distanze con un altro game in favore dello statunitense che, però, si deve arrendere allo straripante Jannik Sinner pronto a chiudere 6-2 sul primo match point disponibile.

“Non ci sono molte aspettative”

Aveva detto l’altoatesino in conferenza stampa, forse per non deludere i tanti fan qui presenti, forse per non aggiungere pressione (deve pur sempre difendere una semifinale) o forse ancora perché la terra non è la sua superficie prediletta.

Resta il fatto che quello in campo oggi è un Sinner davvero in forma e, ci auguriamo, pronto ad affrontare il tedesco Jan-Lennard Struff, n.25 del ranking, contro il quale aveva già vinto in quel di Indian Wells.

Appuntamento per giovedì ove in palio ci sarà l’accesso ai quarti di finale.

Info autore dell'articolo