Montecarlo torna a Tsitsipas

Terzo titolo, non consecutivo, per Tsitsipas a Montecarlo e 100a vittoria su terra rossa per il greco che si impone per 6-1 6-4 su Casper Ruud.

Montecarlo torna a Tsitsipas che batte Ruud in due set e si aggiudica per la terza volta il Montecarlo Rolex Masters.

Il trofeo, già vinto nel 2021 e nel 2022, varrà al greco 1000 preziosissimi punti nel ranking mondiale, nuovo accesso alla top 10 e un altro traguardo: quello della 100a vittoria su terra rossa.

Complimenti che gli sono arrivati anche da un avversario Casper Ruud, deluso, naturalmente, ma anche vicino, ha detto, alla conquista di un “grande torneo”.

Dal canto suo Stefanos Tsitsipas, emozionantissimo, ha giocato a braccio sciolto così come aveva promesso al suo team la sera prima dell’incontro odierno.

Non a caso è proprio lui a firmare il primo break di giornata contro un Ruud non ancora a regime e fin troppo falloso.

Il gap fra i due si fa pesante in un primo set tutto da archiviare per il norvegese costretto a subire un 6-1 che sa tanto di resa.

Tsitsipas, nel frattempo, ha fatto mostra di un tennis d’altri tempi con rovescio ad una mano spettacolare, variazioni di gioco e palla decisamente pesante e insidiosa.

Tuttavia sbaglia anche il greco che concede palle break in tre dei primi quattro turni di battuta, ma Ruud non ne approfitta mai per il sorpasso sebbene, grazie al  serve and volley, mantenga un minimo di equilibrio che nel primo set era proprio mancato.

Non è sufficiente a bloccare l’avanzata del greco che lo brekka nell’ultimo game al primo match point disponibile e poi si sdraia a terra per il 6-1 6-4 finale.

Match concluso in poco meno di 1 h e 40 minuti e Stefanos Tsitsipas che, da domani, rientrerà in top10 con 5 posizioni guadagnate e ranking n° 7. Sale anche Casper Ruud che raggiunge il gradino n° 6.

Info autore dell'articolo