Berrettini che partita! Vince al 5 set e vola agli ottavi

Avanti due set a zero, Matteo Berrettini si è fatto recuperare dal giovane Alcaraz per poi chiudere al super tie break e volare agli ottavi.

Berrettini che partita! Vince al 5 set e vola agli ottavi dove troverà un altro spagnolo, Pablo Carreno Busta, vincente su Korda in 4 set.

Quella di oggi è stata, per Matteo, una prova davvero magistrale perché nel tennis, ormai lo sappiamo, non c’è nulla di scontato o di già scritto e i ranking non sempre ci danno la dimensione giusta dell’orientamento che potrebbe prendere un incontro.

Oggi è andata un pò così, con Matteo Berrettini che, dall’alto della sua 7a posizione in classifica, ha iniziato nel modo giusto imponendosi su palle tirate a tutto braccio da quel Carlos Alcaraz osannato in patria come il nuovo Nadal e osservato speciale un pò da tutti, vista l’esuberanza di gioco e, allo stesso tempo, l’umiltà messa in campo.

Primi due set appannaggio del nostro giocatore e pubblico più che soddisfatto per il bel tennis mostrato da entrambi gli atleti.

Nel set che doveva essere decisivo per Berrettini, lo spagnolo, però, si è contenuto, ha ridotto gli errori e ha cambiato l’andamento della partita assicurandosi il terzo parziale per 6 giochi a 4.

Niente da fare per Matteo nemmeno nel quarto dove, un sempre più concentrato Alcaraz, ha saputo imporsi per 6 game a 2.

Tutto rimandato, dunque, al quinto e decisivo set con un incredibile equilibrio fra i due contendenti e decisione finale affidata al super tie break.

Matteo ha sfruttato, senza dubbio, servizio e dritto nonostante lo spagnolo insistesse sul rovescio, tradizionale colpo debole del romano che, però, con umiltà e cuore (come gli indicherà la sua panchina) ha portato a casa un incontro non facile, segno di ulteriore maturità.

Vince, dunque, il nostro Matteo Berrettini e vola agli ottavi di finale dopo 4 ore e 10 minuti di partita, chiusa con il punteggio di 6-2 7-6 4-6 2-6 7/6.

“Gioca in un modo incredibile, alla sua età mi sa che non avevo neanche un punto ATP”.

Ha confessato Matteo a fine incontro non senza scherzare sulle sue condizioni fisiche, messe sempre a dura prova nel torneo Down Under. (“Devono avermi fatto qualche bambolina voodoo” ha scherzato con la giornalista che lo intervistava).

E, ora, Berrettini – Busta

E adesso altra prova durissima contro il “perfettino”, l’uomo di gomma che tuto rimanda oltre la rete, ovvero quel Pablo Carreno Busta che, numero 21 al mondo,  ha fermato Sebastian Korda in 4 set, a sua volta sconfitto in finale nelle Next Gen di Milano proprio da Alcaraz!

Guardando al tabellone, una potenziale vittoria di Matteo Berrettini contro Busta, lo vedrebbe poi affrontare il vincitore tra  Kecmanovic, che ha eliminato il nostro Sonego, e un ritrovato Gael Monfils, oggi straordinario su Garin.