Italia sul tetto del mondo: sua la Davis Cup 2023

Da Bologna a Malaga in un crescendo di emozioni contrastanti (ricordiamo il KO con il Canada), l’Italia del tennis guidata da Filippo Volandri festeggia la Davis Cup

Italia sul tetto del mondo: sua la Davis Cup 2023 arrivata in un crescendo di emozioni tensioni e anche momenti di sofferenza.

L’epilogo è di quelli che si attendevano da tempo: 47 anni, per l’esattezza. Tanto ci separava, infatti, dall’ultimo traguardo azzurro quando Barazzutti, Bertolucci, Panatta e Zugarelli, capitanati da Pietrangeli portarono a casa l’agognata insalatiera.

Oggi il dream team è composto, invece da: Jannik Sinner, Lorenzo Sonego, Matteo Arnaldi, Lorenzo Musetti e Simone Bolelli con capitan Filippo Volandri a dirigere i giochi e l’infortunato, ma presente, Matteo Berrettini a sostenere i compagni.

Il sogno diventa realtà a pochi minuti dalle 20.30 di Domenica 26 novembre, 

Jannik Sinner finalizza, con il punto decisivo, la finale contro l’Australia battendo Alex De Minaur con lo score di 6-3, 6-0 in un’ora e 21 minuti.

Prima di lui c’era stato il successo di Arnaldi che, in tre set contro Popyrin, ha portato in vantaggio l’Italia per 1-0. 

E, a seguire, le lacrime, i festeggiamenti e la gioia palpabile anche per chi, come noi, ha seguito il match da casa con il fiato sospeso fino a quell’ultimo 40 pari e 5-0 di Jannik, poi divenuto certezza.

Sono orgoglioso di questi ragazzi” – ha commentato Filippo Volandri visibilmente commosso –  

“Sono felice di quanto abbiamo fatto. Grazie a tutti quelli che ci hanno supportato negli ultimi due anni. Siamo un gruppo unito, questo è quello che vogliamo”.

E ora si festeggia con la benedizione delle istituzioni che, per voce del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e della Premier Giorgia Meloni, mandano inviti a palazzo per celebrare un nuovo capitolo nella storia del tennis nazionale.

Info autore dell'articolo