Allarme Zika: i tennisti non vanno a Rio

Allarme Zika: i tennisti non vanno a Rio. Questa la motivazione data ai numerosi forfait in ambito tennistico, ma c’è chi pensa che sia solo una scusa.

Allarme Zika: i tennisti non vanno a Rio, ma non solo loro: golfisti e cestisti, sarebbero della stessa opinione.

I numerosi forfait alle ormai imminenti Olimpiadi di Rio sembrano essere legati, insomma, all’allarme Zika, virus che potrebbe colpire chi è punto dalla ormai nota zanzara Tigre con conseguenze gravi per le donne incinta e per gli uomini che intendono avere figli a breve.

Giustificata, dunque, Vika Azarenka, in dolce attesa, un pò meno gli esimi colleghi.

Dal Brasile fanno sapere, infatti, che in questa stagione (da loro siamo in inverno) è difficile che ci siano zanzare; la foresta amazzonica, poi, non è proprio a portata di mano e, dunque, basterebbe utilizzare un comune repellente anti zanzara per giocare e muoversi in tutta tranquillità.

Di opinione diversa alcuni big del golf, così come i grandi nomi del basket USA e, per l’appunto, alcuni tennisti che, per non mettere a repentaglio, la propria incolumità fisica preferiscono rinuciare.

Fra gli assenti causa virus Zika si contano, dunque: Milos Raonic (7 ATP), Tomas Berdych (8 ATP), Dominic Thiem (10 ATP), John Isner (17), Nick Kyrgios (18 ATP), Feliciano Lopez (19 ATP), Bernard Tomic (20 ATP) e Alexander Zverev (24 ATP); fra le donne oltre alla Azarenka, incinta, assenti solo Simona Halep (3 WTA) e Karolina Pliskova.

Qualcuno storce il naso e pensa che questi professionisti non vogliano mettersi in gioco per una questione molto più banale: il guadagno. Un oro olimpico non frutterebbe, insomma, tanto quanto la vittoria di un qualsivoglia torneo del circuito professionistico di appartenenza.

Ma non tutti le assenze, parliamo sempre di tennis, sarebbero da imputare al virus Zika. La Svizzera del tennis, per esempio, rimane orfana dei suoi big Roger Federer, nel maschile, e Belinda Bencic, nel femminile, causa infortuni. A loro si aggiunge, sfortuna vuole, anche Stan Wawrinka che, durante il trofeo di Toronto, avrebbe riscontrato persistenti dolori alla schiena che, insomma, lo avrebbero spinto a rinunciare a questi giochi.

Allarme Zika: i tennisti non vanno a Rio, verrebbe da dire, ma qualche big, state tranquilli, c’è e ci sarà. Presente, infatti, l’intera squadra degli azzurri e presenti anche quei Rafa Nadal e Novak Djokovic che rincuoreranno, di certo, il pubblico di appassionati.