Kvitova: rientro ancora lontano

Kvitova: rientro ancora lontano per la giocatrice Ceca aggredita e accoltellata alla mano da un ladro entrato nella sua abitazione.

Kvitova: rientro ancora lontano per Petra Kvitova, giocatrice che, lo scorso 20 dicembre, è stata aggredita e accoltellata alla mano da un ladro entrato nella sua abitazione di Prostejov, in Repubblica Ceca.

Al  momento Petra sta bene e ha recuperato la funzionalità della mano sinistra, quella, per intenderci, che usa per giocare e con la quale ha anche vinto due Wimbledon.

Funzionalità ripresa dopo un intervento chirurgico durato ben 4 ore e servito a ricostruire tendini e nervi lacerati dal coltello con il quale Petra è stata aggredita.

Parlare di un veloce rientro sui campi da tennis è, però prematuro visto che la giocatrice dovrà attendere, come consigliarono i medici già a dicembre, fino all’estate e, precisamente, fino al post Wimbledon.

Nel frattempo Petra sta lavorando sulla riabilitazione tanto della mano, quanto del fisico che, malgrado lo stop forzato, è necessario tenere sempre in allenamento.

Il suo portavoce, Karel Teijal, ha rassicurato un pò tutti affermando che la convalescenza procede “senza complicazioni” e che anche a livello psicologico, Petra si sta dimostrando davvero forte e motivata.

Il sorriso della tennista in qualche foto postata sui Social, lo dimostra e noi non possiamo che unirci al coro di incoraggiamento che da più parti le arriva quotidianamente.

Kvitova: rientro ancora lontano , ma ci sono buone prospettive di rivederla questa estate.