I giudici di sedia potrebbero boicottare Serena Williams

Arriva dal Times di Londra la notizia che Serena Williams potrebbe essere boicottata dall’intera classe arbitrale, se non presentasse scuse immediate

I giudici di sedia potrebbero boicottare Serena Williams : è quanto afferma il prestigioso Times di Londra in un recente articolo.

Non si è ancora spenta l’eco della finale femminile allo US Open con la ormai nota sfuriata di Serena Williams.

Gli arbitri, dice il Times, stanno valutando di non ufficiare gli incontri in cui è presente la giocatrice americana se questa non presenta delle immediate scuse a Carlos Ramos.

Sembra che il tutto sia nato dopo l’appoggio dato alla Williams da parte della WTA e della USTA (United States Tennis Association) in merito alla faccenda “sessismo”.

Non così l’ Itf che, peraltro, è la Federazione internazionale Tennis che gestisce i tornei dello Slam, la Coppa Davis e la Fed Cup.

Secondo loro nel corso dello US Open 2018 sono state comminate 86 ammonizioni agli uomini contro le 22 per le donne. Dati alla mano, insomma, discriminazione e sessismo non esisterebbero, anche se, come già detto, le differenze, a nostro avviso, ci sono e spesso si vedono.

Detto ciò, ricorda sempre il Times, la categoria arbitrale non si è sentita abbastanza supportata dalla Usta che, invece, appoggia la Williams e alla quale ha comminato una multa di appena (per lei!) 17mila dollari contro il milione e mezzo guadagnato nel solo US Open.

Offendendo Ramos, Serena ha offeso l’intera categoria che ora minaccia di non volerla più arbitrare se prima non presenterà delle scuse.

Ramos dal canto suo ha dichiarato che, vista la situazione “infelice”, sta bene anche perché, sempre sostenuto dall’ITF, sa che, in cuor suo, ha svolto un lavoro ineccepibile dal punto di vista dell’applicazione del regolamento.

La solidarietà espressa dall’ITF nei confronti di Ramos si è concretizzata con l’assegnazione dell’arbitraggio di Croazia-Stati Uniti, una delle semifinali di Coppa Davis che si giocherà a Zara da venerdì a domenica.

Tornando alla questione di partenza: I giudici di sedia potrebbero boicottare Serena Williams ? Sarebbe uno scenario alquanto improbabile, ma forse alla campionessa converrebbe fare un passo indietro e, come richiesto dalla classe arbitrale, dimostrare più rispetto e considerazione.